Just another WordPress.com site

".. e c’è qualcosa di più alto che vincere o perdere, di vivere e morire, cioè donarsi?"

Luigi Verdi

Ho avuto in questi giorni un’agitazione interiore di cui non capivo l’origine o meglio di cui non capivo il senso. Si ero cosciente dell’essere di fronte per tanti vicende alla malattia e alla morte di persone che che conosco e anchi di chi non conosco direttamente … il mio coraggio o la mia mancanza di coraggio, il mio avvicinarmi e il mio fuggire.
La fretta e l’arte del rimando … ma vi era e vi è un motivo più profondo, stavo diventando muto e sordo o meglio avrei preferito non sentire non parlare non vedere … per non cadere nelle frasi fatte: "siamo tutti d passaggio…" …"ha finito di patire…" o meglio per non cadfesre nel dolore: lo so che di fronte alla dolore e alla morte non si può scappare,  ma almeno a dosi meno massicce.
Il funerale di Patrizia 42 anni è mi ha fatto esplodere tanta agitazione, ma anche le parole di chi colpito da unamalattia  mi ha detto la stessa frase che mi disse Chiara (un giorno forse parlerò di lei) : "non so se ce  la faccio"….
L’agitazione ha un nome mancanza di fiducia  o almeno poca fede in Dio, soprattutto nelle strade che fa percorrere… ma poi la questione non è lui sono io perchè faccio tanta fatica a donarmi?

Alle

Commenti su: "C'è qualcosa di più alto" (4)

  1. ti riporto qui una mia

    Coraggio
    braveness
    courage
    brave
    bravo, bravura,
    capacità di fare le cose bene
    coraggio inteso come essere bravo a non aver paura
    courage
    cor aggio
    agire col cuore
    fare le cose con il cuore
    coraggio di mettere il cuore nelle cose
    Per mettere cuore ci vuole coraggio
    Coraggio di amare, di essere amati,
    di dire quello che si pensa,
    di esprimere quello che si prova.
    Coraggio di affrontare l’altro che
    ti dona il suo cuore,
    coraggio di accettare che l’altro ti ama
    Coraggio non è fare azioni
    quella è braveness
    coraggio è farsi
    cullare dalle onde
    della vita e lasciare
    che il cuore tuo e degli altri si esprima.

    Con coraggio, vivi

  2. Non credo tu faccia fatica a donarti,
    tu vivi, ami, soffri, sorridi, ma dai anche sollievo! Credici e vai avanti, e se hai momenti di titubanza appoggiati a qualcuno.
    Un abbraccio
    Manu

  3. Ciao DON,
    in questo tuo post poni tali e tanti problemi che questo luogo mi sembra anche un po’ stretto per affrontarli.
    E’ anche bello vedere come chiunque possa vivere con difficoltà le motivazioni principali della propria esistenza. E’ così umano e così giusto che succeda che non ci vedo niente di così grave.
    Io non sono prete, ma nella mia esistenza ho fatto dei percorsi di vita che al loro inizio avevano delle motivazioni, degli stimoli, dei desideri forti e intensi.
    Avevo delle sensazioni interiori che mi permettevano di dormire sereno, perché avevo fatto e dato qualcosa di importante.
    Io ho fatto tanti anni di volontariato in CRI, solo di notte e solo su mezzi medicalizzati, 1 notte a settimana per 10 anno. Per me era una missione, non vi era ricerca di emozioni forti, non vi era esaltazione personale in quello che facevo.
    Amavo poter essere nel posto giusto al momento giusto, di poter fare nel miglior modo possibile la mia missione. Ero disposto a dare la vita a sacrificare il lavoro e un po’ la famiglia.
    Il benessere che provavo nell’aver salvato una vita dopo una rianimazione, di potermi avvicinare ai familiari e dire loro ce la farà.
    Era una delle sensazioni più forti e più gratificanti che potessi chiedere dalla vita.
    Sai quante volte dopo ore di lotta contro la morte ho visto morire un bimbo, una donna o un uomo, sai quante volte mi sono sentito inutile e magari colpevole.
    Quante volte ho pensato di mollare tutto perché in questo mondo c’è qualcosa di sbagliato. Le motivazioni, causa e effetto, tutto mi crollava addosso. Ma poi ho pensato a tutti quelli che ho aiutato, se non ci fossi stato, cosa sarebbe stato di loro.
    Gli anni passavano e la vita trasformava piano piano la mia missione in consuetudine, ciò che prima veniva fatto con ardore ore veniva fatto con metodo, sempre con efficienza, ma con meccanicità.
    La voglia di dare, che è un gesto di amore, può anche non essere più così coinvolgente, ma io credo che sia importante la consapevolezza che quello che facciamo è importante, esiste la serietà e la professionalità che ci permettono di essere sempre utili e efficaci nella società anche se non più così frizzanti.
    Un piccolo gesto, un piccolo dono indirizzato a una singola persona è di vitale importanza per questa persona.
    Ogni persona vede te come qualcosa di unico e importante, ogni tuo gesto ha un valore grande.
    Capisco però che, visto dalla tua parte, vi possa essere un periodo di scoramento.
    Credo però che la solidità delle motivazioni che ti hanno portato dove ora sei, sia così forte che non potrai che ricominciare a lavorare con entusiasmo.
    Anche se un grande sforzo spesso si manifesta in un piccolo risultato è sempre un risultato, magari importantissimo in uno specifico frangente. Anche se solo per 10 secondi è riuscito a dare serenità al prossimo, forse, ne è valsa la pena. Ciao Alle

  4. di fronte alla morte,specialmente di un bambino o comunque giovane, tante volte mi ribello a Dio, anche se so che c’è sempre un disegno + grande. Non mi vergogno di ribellarmi perchè se non fosse così dovrei fregarmene e questo non mi riesce. Riesco ad accettare di più la morte di persone anziane. D’altronde non mi va di fingere quello che non penso, ciò lo riterrei ancora peggio che ribellarsi criticando Dio…ciao, ivan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag