Just another WordPress.com site

Meriggiare pallido e assorto
presso un rovente muro d’orto,
ascoltare tra i pruni e gli sterpi
schiocchi di merli, frusci di serpi.

Nelle crepe dei suolo o su la veccia
spiar le file di rosse formiche
ch’ora si rompono ed ora s’intrecciano
a sommo di minuscole biche.

Osservare tra frondi il palpitare
lontano di scaglie di mare
mentre si levano tremuli scricchi
di cicale dai calvi picchi.

E andando nel sole che abbaglia
sentire con triste meraviglia
com’è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.

Commenti su: "Per nutrir lo spirito due: di E.Montale "Meriggiare pallido e assorto"" (4)

  1. paola72 ha detto:

    Ciao! Ti ho inviato un msg e mail alla tua casella di posta, no hot mail l’altra. Puoi farmi sapere se l’hai ricevuta? A presto

  2. Questa poesia mi girava in testa da qualche giorno.. trovarla qui mi ha riaperto il cuore. Rileggerla è sempre un piacere.

  3. Risponderai alle mie domande?

  4. bellissima poesia! io adoro Montale!
    ^.^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: