Just another WordPress.com site

L’uomo che vive nell’istante immagina… che nella sua preghiera, l’essenziale, l’oggetto speciale della sua applicazione, sia che Dio ascolti ciò che gli chiede pregando. Ma, nel senso eterno della verità, è esattamente l’opposto. La preghiera non è fondata in verità quando Dio ascolta ciò per cui lo si prega, ma quando colui che prega continua a pregare finché sia lui stesso a comprendere ciò che Dio vuole. L’uomo che vive nell’istante moltiplica le parole e poi è esigente. Ma colui che prega veramente si limita ad ascoltare.

(S. Kierkegaard, Preghiere e frammenti sulla preghiera)

Commenti su: "Una riflessione dedicata a chi si fa domande sulla preghiera" (2)

  1. anonimo ha detto:

    Io stessa ho sperimentato che pregando ho trovato la strada giusta per la mia vita. E continuo a chiedere qual è senso di quanto mi sta accadendo. Ma devo dire che sono stata anche esaudita su quanto chiedevo. L’importante è bussare sempre alla “Sua” porta, perchè è quella giusta. E da buon Padre ci apre e ci accoglie. Grazie per questo splendido pensiero by paola72

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: