Just another WordPress.com site

Un lupo vide un agnello presso un torrente che beveva e gli venne voglia di mangiarselo con qualche bel pretesto. Standosene là a monte, cominciò quindi ad accusarlo di insudiciare l’acqua, così che egli non poteva bere. L’agnello gli fece notare che, per bere, esso sfiorava appena l’acqua col muso e che, d’altra parte, stando a valle non gli era possibile intorbidare la corrente a monte. Venutogli meno quel pretesto, il lupo allora gli disse: "Ma tu sei quello che l’anno scorso ha insultato mio padre." E l’agnello a spiegargli che a quella data non era ancor venuto al mondo. "Bene" concluse il lupo, "se tu sei così bravo a trovar delle scuse, io non posso mica rinunziare a mangiarti.

lupo e agnello1

Annunci

Commenti su: "Il lupo e l'agnello … (vecchia fiaba di Esopo)" (6)

  1. quando andavo a scuola, questa è stata una versione di latino, che sicuramente sarà andata da schifo, visto che a latino ero una frana. In questo momento però mi sfugge la morale.

  2. Sono ancora qui, e credo di doverti delle scuse!
    Perdona, Don, il mio discorrere conviviale e spartano: non ero a conoscenza della Tua Missione. Ti ho letto tante volte e anche commentato ma mai, credo, qui sul Tuo blog. Non era mia intenzione esserTi irrispettosa non conferendo con la dovuta attenzione. E’ vero, nulla di trascendentale ma… A Cesare, quel che è di Cesare! :))
    Cordialità,
    Giulia.

  3. Il bello della morale di questa favola è che non è una sola. Ovvero, se posso permettermi di intervenire, è vero che chi voglia comunque aver ragione (ossia il lupo) riuscirà a prendersela, magari con la violenza, ed è vero che chi abbia ragione (l’agnello) ma non pari forza finisce quasi sempre per soccombere; però non pensi che le situazioni in cui questa dinamica si realizza siano tantissime?
    Cari saluti.

  4. Qual è la morale? I prepotente prevaricheranno sempre i deboli?
    Spero di no.

  5. E’ bellissima questa favoletta, mi ricorda la mia infanzia, mi piaceva molto leggerla sul libro di scuola.
    Sono trascorsi molti molti anni, ma non l’ho mai dimenticata.
    La cosa buffa è che un giorno di qualche anno fa, avevo lasciato un commento in un blog e l’autrice del post si era arrabbiata per il pensiero che avevo lasciato. Nulla di offensivo, avevo solo espresso il mio modo di pensare, ma lei era stata veramente cattiva nei miei confronti al punto che ho tentato di spiegarle cercando di non perdere la pazienza, ma niente da fare puntigliosa piu’ che mai mi ha anche offesa. A quel punto ho lasciato perdere, ma il giorno seguente ritornado tra i commenti, ho avuto la piu’ grande delle soddisfazioni. Un passante aveva lasciato come commento questa favola.
    Un saluto
    da una nonna

  6. anonimo ha detto:

    hmmmm….scuse, scuse e sempre scuse….è così facile però trovare delle scuse…però è vero a forza di scuse si finisce in bocca al lupo!
    Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: